Crea sito

ANALISI DEI CARICHI

I CARICHI AGENTI SU UNA STRUTTURA POSSONO ESSERE DIVISI IN DUE GRUPPI: CARICHI PERMANENTI E CARICHI ACCIDENTALI.

NELLA TERZA LEZIONE DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI SI ANALIZZANO I CARICHI PERMANENTI (PRINCIPALMENTE I PESI PROPRI DEI PIU’ IMPORTANTI MATERIALI DA COSTRUZIONE) E PARTE DEI CARICHI ACCIDENTALI (PRINCIPALMENTE SOVRACCARICHI D’USO).

LA LEZIONE SI CONCLUDE POI CON UNA NOTA SULLE VARIAZIONI TERMICHE, LE QUALI NON SONO ESATTAMENTE AZIONI, MA PIUTTOSTO “COAZIONI”. SI DEFINISCONO DUNQUE I COEFFICIENTI DI VARIAZIONE TERMICA DEI PRINCIPALI MATERIALI DA COSTRUZIONE E LE VARIAZIONI DI TEMPERATURA CARATTERISTICHE PER IL CALCESTRUZZO E PER L’ACCIAIO. 

 

I RESTANTI CARICHI (ACCIDENTALI) VENGONO ANALIZZATI NELLA LEZIONE 4 (CARICO DEL VENTO) E NELLA LEZIONE 5 (CARICO DELLA NEVE).

 

NUMERO TOTALE PAGINE: 3 + 6 (ANALISI DEI CARICHI) + 7 (VARIAZIONE TERMICA)

- ANTEPRIME APPUNTI: ANALISI DEI CARICHI E VARIAZIONE TERMICA -